domenica 24 settembre 2017

Scegli un simbolo e scopri quale fase della vita stai affrontando adesso:

Viviamo tutti su cambiamenti mentre progrediamo attraverso la vita; questo è inevitabile. Ma, sorprendentemente, non ha niente a che fare con l'età! Secondo lo psicologo svizzero Carl Jung, questi passaggi hanno a che fare con chi siamo e il nostro scopo nella vita. Hai scelto il simbolo? Ora guarda quello che dice della tua attuale fase di vita: Simbolo 1 - Atleta La fase atleta è la meno matura tra tutte le fasi della vita. E' caratterizzato da un'ossessione con l'aspetto e il fisico. La fase dell'atleta può essere essere narcisistica, critica o addirittura entrambi, Un esempio tipico di questo è l'adolescenza, ma anche la gente creata dai genitori narcisistici.
Simbolo 2 - Guerriero Mentre mandiamo avanti la fase dell'atleta, raggiungiamo la fase del guerriero. Qui è dove iniziamo a assumerci la responsabilità e abbiamo il desiderio di avere successo nella vita. I nostri obiettivi sembrano essere un po' più chiari. Simbolo 3 - Dichiarazione La fase della dichiarazione è un grande passo in avanti. Questa fase è spesso legata a far crescere bambini, e si concentra in portarli a una vita migliore. Tuttavia, non si tratta solo di creare i figli - si tratta di lasciare un'eredità. Questo è il momento migliore per riflettere su ciò che hai raggiunto, non solo per te, ma anche per gli altri nella tua vita. Simbolo 4 - Spirituale La fase spirituale è l'ultima della vita. In questa fase, ci rendiamo conto che siamo più di quello che accumuliamo: che siano soldi, amici, beni, buone azioni. Ci rendiamo conto che siamo esseri spirituali in un viaggio di vita che non ha alcun vero inizio e fine. La fase spirituale consiste nel rilasciare la luce nelle persone, agire senza aspettative, avere senza possedere.


Budino di cacao


Ingredienti: 1 lt di latte 100 gr di zucchero 100 gr di burro 100 gr di cacao 100 gr di farina panna montata q.b. per decorare
Procedimento: Stemperare tutti gli ingredienti con il latte freddo aggiunto poco per volta. Mettere sul fuoco e fare bollire per 5 minuti. Versare il tutto in uno stampo da budino e mettere in frigorifero almeno 6 ore

fonte

INVOLTINI DI POLLO


INGREDIENTI: 8 fettine di pollo battute 8 fette di prosciutto cotto 8 fettine di emmental 4 uova pangrattato olio di semi per frittura sale farina
PREPARAZIONE: Stendete le fettine di pollo, salatele leggermente, quindi sopra ognuna di esse stendete una fettina di prosciutto ed una fettina di formaggio. Arrotolate le fettine di pollo, ripiegando il bordo, e formate degli involtini. Fermate gli involtini con degli stuzzicadenti.Battete le uova, salatele leggermente. Passate gli involtini nelle uova battute, quindi nella farina, poi nuovamente nelle uova ed infine nel pangrattato.Adesso scaldate l’olio per friggere in una padella e friggete due o tre involtini per volta. Quando la panatura sarà ben dorata e croccante, scolate gli involtini con una schiumarola, posateli su della carta assorbente e poi serviteli ancora ben caldi in tavola.

fonte

Spaghetti con pesce spada


Ingredienti 150 g.spaghetti una fetta di pesce spada 5 pomodorini aglio prezzemolo olio ricotta affumicata
Procedimento: tagliare a cubetti il pesce e passato in padella con aglio e olio...ho aggiunto i pomodorini...salato e fatto cuocere...anzi quando ho messo il pesce ho anche sfumato con il vino...lo stavo dimenticando... ho lessato la pasta e padellato unendo anche ricotta dura affumicata....

fonte

Penne alla Boscaiola


Ingredienti: 320 g di pasta tipo penne 2 salsicce 1 carota 1 scalogno 5 pomodorini 10 funghi champignon vino bianco
In una padella soffriggere la carota con la cipolla tritati finemente, aggiungere la salsiccia e sgranarla bene. Sfumare con il vino, quando il vino è ben evaporato, mettere i funghi e i pomodorini quindi lasciare cuocere per 10 minuti. Regolare di sale e pepe. Scolare la pasta direttamente nella padella e saltarla per qualche minuto. Pronta per essere servita. A piacere spolverizzare con del pecorino.

fonte

Spaghetti ai ricci di mare


Ingredienti: 400g di spaghetti 40g di ricci di mare 1 spicchio di aglio 50g di vino bianco 1 ciuffo di prezzemolo peperoncino q.b. olio extravergine di oliva q.b. sale q.b. pepe q.b.
Preparazione: Lavare e tritare il prezzemolo. Aprire i ricci di mare con le forbici, tagliando la parte superiore; estrarre con un cucchiaino il frutto e metterlo in una ciotola. In una padella con l’olio e lo spicchio di aglio, adagiare il frutto dei ricci; rosolare e bagnare con il vino bianco; lasciare evaporare; aggiungere il peperoncino a pezzetti e cuocere a fiamma vivace per 15 minuti. Portare a ebollizione una pentola con l’acqua salata; immergere gli spaghetti; cuocerli e scolarli. Disporre gli spaghetti nel piatto da portata; versare il sugo dei ricci; spolverare con il prezzemolo tritato; condire la preparazione con l’olio, il sale e il pepe.

fonte

Farfalle al salmone


Ingredienti per 4 persone: 400 gr di pasta tipo farfalle 200 gr di salmone 1 cipolla 200 ml di panna da cucina mezzo bicchiere di vino bianco secco 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva sale pepe prezzemolo
Preparazione In un tegame fate appassire con l’olio e qualche goccia d’acqua la cipolla tritata, aggiungete il salmone spezzettato e fatelo rosolare per 5 minuti insieme alla cipolla mescolando continuamente. Aggiungete il vino, fatelo evaporare e unite la panna. Portatela ad ebollizione, salate e pepate, fatela cuocere qualche secondo poi spegnete e unite un trito di prezzemolo. Lessate la pasta in abbondate acqua bollente salata, e prima di scolarla conservate una tazzina dell’acqua di cottura. Scolate la pasta e conditela con la salsa di panna e salmone, stemperando con un pò d’acqua di cottura se dovesse risultare troppo asciutta.

fonte

Tagliatelle alle noci


Ingredienti: 250g tagliatelle all’uovo (secche) 150g noci tritate un cucchiaio di burro 50g mascarpone 6 cucchiai di panna (io ho usato un vasetto di YoChef) maggiorana (fresca o secca) aglio (pochissimo) sale q.b.
Procedimento: Sgusciare le noci e tritarle (io ne ho tritato una parte finemente, altra parte in maniera più grossolana). In una padella far sciogliere un cucchiaio scarso di burro (o margarina) e lasciar insaporire le noci a fuoco bassissimo nel burro con un po’ di aglio (meglio lasciarlo in camicia e toglierlo subito). Cuocere la pasta in acqua salata e intanto in una ciotola (abbastanza capiente da ricevere poi la pasta) amalgamare il mascarpone, la panna e le noci aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta. Scolare la pasta al dente, condire con la salsa alle noci, aromatizzare con la maggiorana e servire. A piacere spolverare con un po’ di parmigiano. Molto buona!

fonte

Penne al Pistacchio


Ingredienti per 4 persone: 350 g di penne, 1 cipollina, 200 g di pistacchi tritati 80 g di prosciutto cotto o pancetta (facoltativo) 200 g di panna da cucina, parmigiano grattugiato, sale, pepe e una noce di burro
Preparazione: Soffriggere nel burro una cipollina tritata Unire i pistacchi tritati e fare insaporire Aggiungere una confezione di panna liquida, sale e pepe e fare cuocere. A piacere, si può unire prosciutto cotto a pezzettini o pancetta Lessare al dente le penne, scolarle e farle mantecare assieme alla panna al pistacchio. Prima di servire, aggiungere parmigiano grattugiato.

fonte

Pasta alla Norma


Ingredienti: (per 4 persone) 350 gr di pasta (di solito si usano penne, ma si possono utilizzare anche spaghetti) 2 melanzane medie ½ lt di passata di pomodoro o 600 gr di pomodoro fresco 200 gr di mozzarella o ricotta salata Sale, pepe, aglio, basilico e olio q.b.
Potete utilizzare sia le melanzane a fette che fatte a cubetti, scegliete voi come preferite. Tagliate le melanzane come preferite e friggetele, fatele poi perdere olio su della carta da cucina. In una casseruola aggiungete dell’olio e dell’aglio, fatelo soffriggere senza fargli prendere colore, aggiungete la passata di pomodoro e portate a cottura aggiungendo abbondante basilico.

Portate a bollore dell’acqua salata, cuocete la pasta al dente, conditela con il sugo, aggiungete adesso le melanzane se le avete fatte a cubetti, mescolate e servite, aggiungendo invece adesso le fette di melanzane, spolverizzando di ricotta salata o parmigiano.

fonte

Terremoto Centro Italia, dei soldi donati nemmeno un euro per i comuni colpiti

Grazie alla solidarietà degli italiani più di 33 milioni di euro erano stati raccolti con gli Sms l'indomani del terremoto che il 24 agosto 2016 ha fatto crollare diversi comuni del Centro Italia. Nemmeno un euro di questi soldi sono giunti nelle casse del comuni colpiti. A dirlo è Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, dal palco di Atreju, la festa di Fratelli d'Italia. La Procura ha aperto un'indagine - lo riporta Il Fatto Quotidiano - e il pubblico ministero di Rieti sentirà nei prossimi giorni Pirozzi sulle donazioni mai arrivate.


“Io penso che tutte le persone che hanno versato due euro con gli Sms l’abbiano fatto per Amatrice, per Norcia, per Arquata…per tutti quei comuni che il 24 agosto hanno subito il dramma”. Sono le parole che il sindaco di Amatrice pronuncia ad Atreju. E continua: “Hanno deciso di non dare nulla non rispettando la volontà popolare. E questo è devastante perché poi la gente non crede più a nulla”. Addirittura - sempre a detta di Pirozzi - quella che lui chiama “una commissione di saggi che tanto saggi non sono” aveva deciso di destinare parte di quei soldi per una pista ciclabile a Civitanova, comune non colpito da sisma. Il primo cittadino di Amatrice ringrazia gli italiani per i soldi donati perchè lui "ha sentito tanta solidarietà", ma conferma che purtroppo "i fondi degli sms non sono giunti".

Secondo quanto riportato da Il Fatto Quotidiano nei prossimi giorni Pirozzi sarà convocato dai magistrati che hanno aperto un fascicolo contro ignoti e avviato indagini specifiche sugli Sms solidali. La Procura di Rieti, infatti, vuole verificare la correttezza o meno della raccolta e dell'assegnazione dei fondi attraverso i messaggi da 2 euro che molti hanno inviato subito dopo il terremoto.

Sindaco Accumoli: "Iter poco trasparente, Comuni non avvisati" - Anche il sindaco di Accumoli, Stefano Petrucci, raggiunto dalle telecamere di Tgcom24, ha confermato le parole di Pirozzi. "Sappiamo che c'è stata una commissione che doveva avere il compito della distrubuzione dei fondi per i comuni più compiti come Arquata del Tronto, Accumoli e Amatrice", afferma Petrucci spiegando che però "noi non siamo stati avvisati".
"Nessuno ha beneficiato dei fondi tranne Arquata che era venuta a conoscenza dei fondi e aveva fatto richiesta per il finanziamento della ricostruzione della sede comunale". "Gli altri comuni non sono stati coinvolti, non hanno messo un bando per la presentazione dei progetti". L'iter quindi "non è stato molto trasparente". La colpa dunque non è delle amministrazioni: "Noi non siamo stati avvisati - ribadisce -. O si ripartivano in maniera equa per territorio o si istituiva un bando". E non è stato fatto nulla di ciò.

La Protezione civile risponde: "Nessun euro donato è sparito" - Il dipartimento della Protezione civile sottolinea che "nessun euro donato dagli italiani è sparito. Infatti, i fondi raccolti, come stabilito nel Protocollo d'intesa con gli operatori della comunicazione e della telefonia, nonché dalla legge 229 del 2016 che ne disciplina il funzionamento, sono destinati a interventi in favore dei territori colpiti dal sisma". Lo afferma il dipartimento, aggiungendo che le donazioni sono nella contabilità del commissario straordinario.


fonte Tgcom24

Il fidanzato di Malgioglio: ecco svelata la sua identità e i dettagli della loro relazione.


La sfera privata del cantautore Cristiano Malgioglio è nel mirino del gossip. Il suo essere vago e in merito all’identità del suo attuale pasrtner non sta facendo altro che fomentare la morbosa curiosità del pubblico, bramoso di sapere chi ha gli ha rubato il cuore.

 Non molti mesi fa, Cristiano Malgioglio ha avuto occasione di parlare apertamente del suo passato e della sua vita sentimentale attuale. Sebbene Malgioglio sia sempre stato per indole una persona misteriosa e vaga per ciò che concerne il suo orientamento sessuale e le sue love story, quest’anno si è lasciato andare in un’intervista tv.
Silvia Toffanin – storica conduttrice di Verissimo – è riuscita a far confessare al cantante dettagli esclusivi sul suo partner. Un sabato pomeriggio dello scorso aprile – nel corso della trasmissione di Canale 5 – la curiosa Silvia Toffanin ha estorto, un po’ di informazioni a Cristiano Malgioglio. 

Malgioglio ha rivelato al pubblico in studio e a casa di essere fidanzato da ben dieci anni: “Ho una storia d’amore da 10 anni a Dublino. La compagnia aerea è diventata ricca con i miei biglietti di andata e ritorno. È un amore importante, è l’amore della mia vita. Non svelo il nome… Va bene, posso dirvelo: si chiama Michael“. si tratta di un uomo irlandese che ha stregato il cuore di Malgioglio da ben un decennio e lo renda pazzamente felice.

 Ma da adesso il quesito che attanaglierá i fan di Cristiano sarà il seguente: riuscirà il Grande Fratello VIP a portare in studio il fidanzato Michael? Il misterioso irlandese accetterà di mostrarsi per accontentare il suo compagno?
Nelle prossime settimane la produzione del GF potrebbe addirittura preparare qualche filmato a sorpresa, a meno che Malgioglio non abbia chiesto agli autori del reality di non approfondire la sua sfera personale.

fonte

Ecco i 19 comandamenti della Montessori per crescere meglio i bambini

Oggi i bambini hanno una vita che può dirsi sicuramente spensierata sotto molti aspetti: giocano, vanno a scuola, possono godere di ogni tipo di supporto e di ambienti adatti alla loro crescita. Ma tutto ciò è stato reso possibile anche grazie a Maria Montessori, la più importante pedagogista italiana (sebbene definirla solamente così sarebbe riduttivo, dal momento che fu anche un ottimo medico ed una grande neuropsichiatra). La Montessori ideò il metodo educativo che oggi prende il suo nome, e che è ancora adottato come modello standard da moltissime scuole non solo materne, ma anche primarie e secondarie di tutto il mondo.
Uno dei lasciti più noti della Montessori furono i suoi “19 comandamenti” sull’educazione del bambino. Andiamo a vederli insieme.

Primo: il bambino impara da ciò che lo circonda. Un chiaro monito per i genitori a non dare cattivi esempi.

Secondo: Se critichi un bambino troppo spesso, imparerà a giudicare gli altri. Le critiche costruttive servono alla crescita, ma l’accanimento promuove solo la cattiveria.

Terzo: Se ti congratuli spesso con un bambino, imparerà ad apprezzare ciò che fanno gli altri.

Quarto: Se ti atteggi in modo scontroso con un bambino, sarà anche lui molto litigioso. Siate voi i primi a dare l’esempio.

Quinto principio della Montessori: Se sei corretto con un bambino, lui lo sarà anche nella vita.

Sesto: Se deridi troppo spesso un bambino, diventerà timido ed insicuro. Un punto che diventa particolarmente delicato non solo per il rapporto con gli adulti, ma anche quando si parla di bullismo.

Settimo: Se fai sentire un bambino al sicuro, imparerà ad avere fiducia negli altri. Anche questo comandamento ruota attorno alla necessità di creare uno spazio sicuro dove i bambini possano crescere e alimentare la propria fiducia.


 Ottavo principio: Se disprezzi spesso un bambino crescerà con un senso di colpa. Particolarmente

interessante il nono: Se incoraggi un bambino ad esporre il suo pensiero e prendi in considerazione ciò che dice, aumenterà l’autostima in se stesso. Ricordatevi che i bambini non sono solo recipienti da riempire: anche loro possono avere ottime idee. La maggiore esperienza non vi dà ragione in automatico.

 Decimo: Se ti mostri accondiscendente con un bambino, imparerà ad essere paziente. Quest’ultimo è stato particolarmente abusato negli ultimi decenni, essere indulgenti è un conto, viziare e darla sempre vinta un altro.

L’undicesimo comandamento recita: Se supporti tuo figlio in ciò che pensa, sarà sicuro di se stesso; il

dodicesimo: Se un bambino cresce in un atmosfera piacevole e se lo si fa sentire utile e capace, imparerà a riconoscere l’amore.

 Il tredicesimo ammonisce a non parlare male dei figli, specialmente in loro presenza,

mentre il quattordicesismo è: Se ti concentri a far prevalere il bene intorno ad un bambino, allora il male non troverà posto. Anche qui la genetica gioca la sua parte irrinunciabile, ma in linea di massima molto comportamenti potenzialmente criminali possono essere mitigati tramite l’educazione.

Il quindicesimo comandamento chiede di ascoltare sempre ciò che un bambino ha da dire, mentre il

sedicesimo ammonisce nell’essere pazienti nei confronti degli errori dei bimbi: stanno imparando a formarsi una morale. Col suo diciassettesimo comandamento la Montessori chiede ai genitori di essere sempre presenti quando i figli hanno bisogno di un aiuto,

mentre il diciottesimo consiste nell’incoraggiarlo e farlo sentire all’altezza del mondo che ha attorno.

Diciannovesimo ed ultimo principio: Mostra al bambino sempre il modo più giusto di fare qualsiasi cosa. Mostragli come dare il meglio che può. Anche qui, nessuno è perfetto, non lo sono i bambini e non lo sarà la nostra educazione. Ma fare sempre del nostro meglio è il minimo che possiamo fare.

fonte

sabato 23 settembre 2017

Buona notte





Buona notte a chi dipinge questa notte con milioni di stelle. A chi vive nel niente sognando il tutto. A chi ha in tasca una speranza e mai la perderà... (cit.)

Calamarata con tonno fresco ai profumi di terra:


Tonno fresco,pomodori san marzano melanzana aglio prezzemolo rosmarino,olio evo calamarata trafilata al bronzo.
In una padella scaldare l'olio aggiungere il rosmarino tritato al coltello l'aglio e far imbiondire togliere l'aglio e aggiungere i pomodori tagliati a pezzettini senza buccia,dopo 5minuti e la volta della melanzana anch'essa tagliata a dadini per du e porzioni bastano due fette.nel frattempo lessare la pasta, arrivata a meta cottura aggiungere in padella i tocchetti di tonno ed un po di acqua di cottura,una vota pronta la pasta aldente saltarla nella padella con il sugo per un paio di minuti impiattate spolverando con prezzemolo tritato e che dire buon pranzo

Realizzati Da Flaviano Iammarino

PASTA AI CARCIOFI E CIPOLLE


Ingr x 6 persone 500 gr di pasta lunga 300 gr di cipolle 120 gr di burro 6 carciofi (anche surgelati ) Formaggio grattugiato Vino bianco secco brodo di verdure olio sale e pepe
Affettare le cipolle a velo e farle stufare con un filo d'olio ed un pizzico di sale. Pulire i carciofi e tagliarli a lamelle sottili ed unirli alle cipolle e far insaporire. ( io ho usato quelli surgelati). Unire un bicchiere di vino bianco secco e lasciare evaporare. Aggiungere tanto brodo sufficiente a coprire la verdura e lasciare cuocere finché l'intingolo non sarà ristretto ed i carciofi morbidissimi. Cuocere la pasta ed unirla ai carciofi insieme al burro, un pizzico di sale ed il pepe. Saltare la pasta per farla insaporire e quindi unire il formaggio grattugiato.
fonte Le ricette di EMY

SFORMATINI PATATE E CAROTE


ingredienti6 grosse patate 4 carote 1 cipolla 1 uovo Grana grattugiato Pangrattato Galbanino Pirottini di carta
Far bollire le patate con le carote, nel frattempo far soffriggere la cipolla. Appena tiepide schiacciare le verdure e impastarle con l'uovo, il grana, poco pangrattato e la cipolla fredda. Fare delle polpette e dentro mettere un dadino di Galbanino. Passarle nel pangrattato e adagiarle nei pirottini e infornare a 200- 220* fino a doratura.


fonte Le ricette di EMY

FRITTELLINE DI GAMBERI


ingredienti300 gr di farina 00 100 gr di farina di ceci 300 gr di cipolle bianche 100 gr di prezzemolo (facoltativo ) Sale 300 gr di gamberi sgusciati Olio per friggere
In un tegame di acciaio mescolare la cipolla tritata con il prezzemolo e i gamberi a pezzetti, le farine, un pizzico di sale e acqua fino ad ottenere un impasto di giusta consistenza, ne troppo denso né troppo liquido. Lasciate riposare l' impasto per 3 ore. Mettere a scaldare l' olio e quando avrà raggiunto la temperatura di 160* versate a cucchiaiate l' impasto. Lasciate dorare bene le frittelline da un lato, quindi con una paletta giratele e lasciatele cuocere bene dall'altro.

fonte Le ricette di EMY

Peschine ferraresi


ingredienti500 gr di farina.. 130 gr di zucchero.. 130 gr di burro.morbido. 2 uova.. 70 ml di latte.. mezza bustina di lievito per dolci.. una grattatina di scorza di limone biologico.. alchermes.. crema di nocciole,, zucchero semolato...
procedimento impastare farina zucchero burro uova latte lievito e limone fino ad ottenere una frolla morbida.. fare tante palline medio piccole e disporle su una placca da forno e cuocere a 180 gradi per 20-25 minuti.. una volta gonfiate e raffreddate unirle due a due con la crema di nocciole e inzupparle nell alchermes e arrotorarle nello zucchero.. buona merenda


 Realizzati da Camilla Soffritti

FRITTATA AL FORNO CON RICOTTA E SPINACI


5 uova 250 gr di ricotta 100 gr di emmentaler Burro Pangrattato Formaggio grattugiato Cipolla 500 gr di spinaci
Far rosolare la cipolla ed unire gli spinaci e far cuocere con il coperchio. Appena cotti scolarli e tritarli. Sbattere le uova con sale e pepe, unire la ricotta e mescolare. Poi unire il formaggio grattugiato, l' emmentaler grattugiato. Infine unire gli spinaci. Imburrare e spolverizzare con il pangrattato uno stampo, versare il composto e passare in forno già caldo a 180* X 30-40 minuti.



fonte Le ricette di EMY

SALSICCE CON PEPERONI, CIPOLLE, POMODORI E ACETO.


Ingredienti Salsicce 4-5 pomodori freschi e maturi 1-2 peperoni Aceto bianco Cipolle bianche abbondanti
Affettare le cipolle e farle rosolare a fuoco basso con il coperchio. Aggiungere i peperoni a fettine e farli rosolare con il coperchio. Spellare i pomodori in acqua bollente, togliere i semi e aggiungerli ai peperoni e far cuocere per circa un'ora a fuoco basso con il coperchio, salare moderatamente. Aggiungere le salsicce e farle cuocere aperte a libro sempre con il coperchio. Togliere il coperchio, spruzzare con l'aceto, pepare e servire.


fonte Le ricette di EMY

FEJOADA


ING. X 4 PERS. 500 gr di costine di maiale 2 cipolle olio 250 gr. di pancetta 2 spicchi d'aglio 1 peperone verde 1 kg di fagioli neri 3 pomodori 200 gr di salsiccia sale Acqua
Bollire le costine per dieci minuti in acqua. Affettare le cipolle e rosolarle in padella con olio. Aggiungere la pancetta, l'aglio ed il peperone tagliato a pezzetti. Unire anche i fagioli, i pomodori a dadini e la salsiccia spezzettata. Aggiungere le costine. Salare un po e aggiungere un po di acqua calda e cuocere coperto per 40-45 minuti

fonte Le ricette di EMY

BISCOTTI MARMORIZZATI


Ingr x 180 biscotti: 375 gr di farina 00 125 gr di zucchero a velo 1 pizzico di sale 1 uovo e un tuorlo 200 gr di burro freddo 1/2 bustina di lievito 20 gr di cacao amaro
Mescolare la farina Setacciata con lo Zucchero a velo,il sale, l uovo e il tuorlo,il burro a pezzettini ed il lievito setacciato. Impastare rapidamente il tutto, fino ad ottenere un impasto liscio. Incorporare alla metà dell 'impasto il cacao setacciato, impastare delicatamente la pasta scura con quella chiara senza mischiare troppo. Formare 3 rotoli lunghi 30 cm, metterli in frigo per 1ora e quando si sono induriti tagliarli a fette spesse 5 mm. Disporre le fette distanziate sulla placca del forno foderata con carta da forno e cuocere nella parte media del forno preriscaldato e ventilato a 190-200 gradi per 8-10 minuti o fino a quando non li vedete dorati ( i miei dopo 6 minuti erano pronti ).




fonte Le ricette di EMY

KINDER DELICE CON ZUCCHERO A VELO.


Ingr : 150 gr di farina 150 gr di zucchero 75 gr di burro 3 uova 1 bustina di lievito 1 bicchiere di latte Cacao in polvere amaro 200 ml di panna da montare 350 gr circa di Nutella 1 pizzico di sale
Preparare il pan di Spagna al cacao sbattendo i tuorli con lo zucchero e a parte gli albumi con un pizzico di sale; Incorporate i due composti e aggiungete poi il burro fuso,la farina,il latte e il lievito. Aggiungete infine il cacao,non meno di 3 cucchiai. Imburrate ed infarinate uno stampo possibilmente rettangolare e cuocere a 180* per circa 30 minuti. Nel frattempo montare la panna e metterla in frigo. Appena il pan di Spagna si è raffreddato tagliarlo a metà e farcirlo con la Nutella ammorbidita e la panna. Chiuderlo con l altra metà e spolverizzare con zucchero a velo. P.S. si può mangiare subito altrimenti metterlo in frigo.

fonte Le ricette di EMY

TORTA MORBIDISSIMA ALLA NUTELLA


INGR. 3 uova 250 gr di zucchero 100 gr di fecola o maizena o frumina 150 gr di farina 00 150 gr di yogurt bianco 120 gr di olio di semi 1/2 buccia di arancia grattugiata o 1 fiala di aroma all'arancia gocce di cioccolato a piacere 3 cucchiaioni di Nutella 1 bustina di lievito
Montare bene le uova con lo zucchero; Aggiungere lo yogurt e la buccia o l 'aroma d arancia e impastare fino ad amalgamare tutto; Aggiungere l'olio e la Nutella e lavorare fino ad ottenere un impasto liscio. aggiungere le farine e il lievito, impastare ancora e infine aggiungere le gocce di cioccolato. il composto risulterà liquido, è tutto normale. imburrare ed infarinare una tortiera a ciambella. Infornare per 40 -45 minuti circa a 180*.


fonte Le ricette di EMY

TORTA ZEBRA


Ingr: 300 gr di farina 250 gr di zucchero 3 uova 2 yogurt alla vaniglia 1 bustina di lievito 2 cucchiai di cacao amaro 3 cucchiai di latte 100 gr di olio di semi la buccia grattugiata di un arancia
Montare bene le uova con lo zucchero, aggiungere la buccia grattata di un 'arancia, i due yogurt, l olio e per ultima la farina setacciata con il lievito. A questo punto dividere in due l'impasto, uno lasciarlo bianco e nell'altro aggiungere il cacao e il latte. Foderare uno stampo con carta forno, mettere un cucchiaio d'impasto bianco sul fondo, al centro della cucchiaiata bianca mettere un cucchiaio d' impasto al cacao e così via fino ad esaurimento degli ingredienti. Infornare a 180* per 40 min. circa.




fonte Le ricette di EMY

giovedì 21 settembre 2017

Muffin al limone


ingredienti x 12 muffin la scorza di 1 limone trattato 30 g di burro morbido 180 g di zucchero 2 uova 125 g di yogurt bianco 5 cucchiai di latte 1 pizzico di vaniglia in polvere 1 pizzico di sale 1 cucchiaino di bicarbonato
preparazione
1) accendere il forno a 180° in modalità ventilato
 2) inseriamo nel boccale la scorza di un limone e tritiamo 5 sec vel 10
3) aggiungiamo 30 g di burro morbido 180 g di zucchero e amalgamiamo 30 sec vel 6 raccogliamo sul fondo e ripetiamo
4) aggiungiamo 2 uova 125 g di yogurt bianco 5 cucchiai di latte un pizzico di vaniglia in polvere un pizzico di sale amalgamiamo ancora 1 min vel 6
 5) aggiungiamo 260 g di farina un cucchiaino di bicarbonato e amalgamiamo 30 sec vel 3 poi 30 sec vel 6
6) versiamo il composto in 12 stampi x muffin riempendo fino a 3/4 e inforniamo x 20 min a 180°
7) controlliamo la cottura i nostri muffin devono essere molto gonfi e leggermente dorati
 8) lasciamo raffreddare e togliamo dagli stampi

Panini morbidissimi all'olio


ingredienti500g manitoba ,15g di lievito di birra 40g di zucchero 75ml olio evo 250mlacqua 1cucchiaino di sale fino(15g)
preparazione Impastare prima i liquidi con lievito e poi farina con il bimby 3min vel Spiga Lievitare x 2ore . Srendere una sfoglia sottile tagliare delle striscie dividerle in due e arrotolare a mo di cornetto ANCHE se e rettangolare lievitare ancora un'ora e spennellare con uovo e infornare a 180°x15 '

Ecco cosa fare per evitare l’odore persistente di broccoli e cavolfiore durante la cottura!


Il cavolfiore è il fiore commestibile della pianta erbacea Brassica oleracea L., varietà botrytis, appartenente lla famiglia delle Crucifere.

Sulla penisola italiana vengono coltivate diverse varietà di cavolfiore

 (precoci e tardive) che ne determinano la diversificazione e la rispettiva nomenclatura volgare; le principali sono:
Cavolfiorecavolfiore Gigante di Napoli, cavolfiore Tardivo di Fano, cavolfiore Romanesco e cavolfiore Violetto di Catania.

 Le verdure sono alimenti indispensabili al nostro benessere e dovrebbero essere inserite all’interno di una dieta equilibrata che ne soddisfi il fabbisogno giornaliero.

 Particolarmente amate dagli adulti, un po’ meno dai bambini, si prestano alla preparazione di sane e gustose ricette.

 Durante la cottura tuttavia, alcune varietà di verdura, rilasciano nell’aria un odore pungente e sgradevole, che persiste negli ambienti domestici per diverse ore.

 Il cattivo odore è dovuto alla presenza dell’alta percentuale di zolfo contenuta al loro interno che trasformandosi con il calore, libera l’ isotiocianato di metile, responsabile della puzza, assieme ad altri solfuri.

 E’ il caso dei broccoli, dei cavoli e dei cavolfiori, che a causa di questo spiacevole inconveniente, spesso rinunciamo a cucinare.

 Esiste però un semplice trucco, che finalmente ti permetterà da oggi in poi, di cucinarli senza che si senta il cattivo odore.
Quello che ti occorre è una costa di sedano, in genere sempre disponibile nelle nostre cucine.

Prima di iniziare a lessare broccoli, cavoli o cavolfiori, inserisci all’interno dell’ acqua

di cottura un ’rametto’ di sedano, e gli odori verranno neutralizzati in modo

 naturale ed economico, senza che ne venga alterato il sapore. Provare per credere! Se ti è piaciuto questo trucco, condividilo con le tue amiche.

  Fonte:

Perché le persone con gruppo sanguigno O sono così speciali?

Scopriamo Perché le persone con gruppo sanguigno O sono più particolari? Passionali, accoglienti, brillanti sono le persone che vale la pena di tenere accanto.

Se appartenete al gruppo sanguigno O stiamo parlando di voi.

 Il gruppo sanguigno O è stato da sempre fra i gruppi sanguigni, quello più passionale.
In passato, erano coloro che nelle guerre si erano maggiormente distinti. Nell’era primitiva, coloro a cui apparteneva questo gruppo, erano dei predatori, capaci di procurarsi il cibo da soli e che costruivano le capanne tra le intemperie, senza sosta. Erano dotati di una grande furbizia che li aiutava a raggirare il nemico da sconfiggere e far cadere la preda nella loro trappola, ideata con astuzia.

Longevi

Le persone con gruppo sanguigno O godono di un’ottima salute e sono i più longevi. Raggiungeranno un’età sempre in buona salute e nella loro vita saranno difficilmente colpiti da gravi malattie. Queste persone non sanno cosa sia un ospedale e tendono a risolvere da soli dei piccoli problemi di salute.

Passionali

 Poiché hanno un carattere forte e un temperamento sanguigno, devono fare attenzione a non agitarsi troppo.

 Nonostante siano così speciali, anche loro hanno delle predisposizioni ad alcune patologie, ma ne escono sempre vincenti.

 Ogni disturbo di cui potrebbero soffrire è allacciato alla loro sfera emotiva. Poiché hanno il sangue caldo, tendono a innervosirsi facilmente. Ciò causa dei disturbi a livello gastrico, come le ulcere e acidità di stomaco. Questi soggetti sono quelli che amano davvero, che trattano la loro donna come una regina e le trasmettono tutto il loro amore senza farsi desiderate.
Ospitalità Il cibo per loro è allegria e un momento di condivisione con gli altri. Non amano isolarsi e sono dei bravi padroni di casa. Sanno preparare dei piatti succulenti e prelibati e la loro cucina apprezzata da tutti. A tavola, così, rischiano di esagerare col cibo e, pertanto, devono fare attenzione al loro peso, alla pressione arteriosa e al cuore. Molti possono avere problemi di ritenzione idrica, di obesità e anche disturbi alla tiroide.

Maggiori opportunità lavorative

 In Giappone, nelle grandi aziende, cercano il personale selezionandolo tramite il gruppo sanguigno. I più quotati sono proprio coloro che appartengono al gruppo O.

 Rispetto agli altri, sono i più responsabili a cui poter affidare dei compiti rilevanti. Hanno capacità organizzativa e riescono a lavorate in team senza mai perdere un colpo. Sanno essere sempre concentrati e portano i loro compiti a termine e nei tempi previsti, in maniera sempre brillante. Hanno senso pratico e trascinano gli altri a fare lo stesso. Sono dei logisti e organizzano il piano di lavoro con metodo e precisione, valutando tutte le diverse soluzioni possibili.

 Gestite lo stress

 Essendo dei passionali, sono sempre alla ricerca di emozioni. Detestano annoiarsi e quando non sanno che iniziativa prendere, rischiano di cadere nel gioco d’azzardo. Sono alla ricerca di eccitazione quindi amano le corse delle macchine. Devono fare attenzione ed evitare caffé e alcool per non alzare i livelli di adrenalina, già alti in questo gruppo sanguigno.

 Consigli utili – Poiché siete delle persone che mettete tanto cuore nelle cose, a volte, agite d’impulso. Noi vi consigliamo di fare tanta attività sportiva per scaricare gli stati di tensione.

 – Nei momenti di super eccitazione causati da un’arrabbiatura o per qualche contrarietà, non prendete nessuna decisione, ma aspettate che il momento passi.

– Siate parsimoniosi nello spendere danaro. Pensateci un po’ e anche se avete voglia di acquistare quello che avete visto in vetrina, riflettete se lo volete davvero o è soltanto per una voglia di shopping

 La Fonte

VERO...





il vecchio post e stato rimosso

mercoledì 20 settembre 2017

Altro che Nutella! Come preparare una gustosa crema di nocciole senza zucchero raffinato

Se stai seguendo una dieta sana, facendo molta attenzione alla tua alimentazione e a quella della tua famiglia, sicuramente ti starai tenendo alla lontana dalla Nutella.
Questo prodotto dolciario italiano, pur essendo molto buono, viene preparato con ingredienti che non sono esattamente l’ideale per la nostra dieta. Zucchero raffinato, olio di palma e conservanti non fanno bene alla nostra salute. Di seguito ti proponiamo una semplice ricetta per preparare una deliziosa crema di nocciole e cannella.

Hai bisogno di: 415 grammi di nocciole, 2 cucchiaini di cannella in polvere, mezzo cucchiaino di sale marino, 1 cucchiaino di cacao puro.

Preriscalda il forno a 175°C. Disponi le nocciole su una teglia da forno ed inforna per circa 12-15 minuti, fino a dorarle.

 Una volta dorate e fatte raffreddare, disponi le nocciole su della carta da cucina, cercando di rimuoverne la buccia. Versale quindi in un robot da cucina per circa 7-8 minuti, fino a formare una crema.
Una volta ottenuta la crema di nocciole, aggiungi la cannella in polvere, il sale e il cacao e continua a mescolare.

 Conserva il prodotto in un barattolo pulito, preferibilmente di vetro, a temperatura ambiente. Consumare entro 1 settimana.

fonte

lunedì 18 settembre 2017

Questa ricetta ha oltre 20 anni .. imbattibile .. e viene usata per base di torte di mele, ciambellone, muffin, persino pan di Spagna...


INGREDIENTI4 uova 10 cucchiai di zucchero 15 cucchiai di farina 1 bicchiere (plastica) di olio di semi 1 bicchiere di latte Mezza fiala di limone o mandorla... (quel che si vuole) Vanillina 1 bustina di lievito
PREPARAZIONESbattere le 4 uova con lo zucchero. Ricavare una bella spuma e aggiungere un Po alla volta la farina... fiala aromatica, olio, latte... mescolare tutto piano piano... vanillina e lievito.. 180gradi prova stecchino


Realizzata Da  Marianna Perretta

TORTA ALLA NUTELLA


Ingredienti : 120 g. di burro fuso 300 g. Zucchero 280 g. Di farina 1/2 bustina di lievito 2 uova 100 g. Di Nutella 250 g. Di yogurt bianco 5 cucchiai di acqua.
Accendere il forno a 170 gradi. Montare bene burro e zucchero, poi unire le uova, l acqua, lo yogurt e la Nutella e per ultima la farina. Versare nello stampo e infornare per circa 50 minuti. Volendo potete coprire con Nutella e confettini di zucchero



.fonte Le ricette di EMY

domenica 17 settembre 2017

Cocomerello




porzione x 750 ml di liquore ingredienti 300 g di anguria già sbucciato 250 g alcol puro 250 g di acqua 150 g di zucchero
preparazione

1) sbucciate l'nguria eliminate i semi tagliatela a cubetti e mettetela in una caraffa a chiusura ermetica versate l'alcol puro sui cubetti di anguria chiudete la caraffa e mettetelo a riposare per una settimana in un luogo buio e fresco

2) trascorsi 7 giorni riprendete il barattolo con l'anguria e l'alcol date una mescolata veloce poi frullare il tutto nel frattempo scaldare l'acqua con lo zucchero fino a che non si sarà sciolto e fate raffreddare con l'aiuto di un colino a maglie fitte filtrare la purea ottenuta fullando l'aguria e l'alcol aggiugere all'acqua e zucchero completamente raffreddata

3) imbottigliare e lasciate riposare almeno 2 settimane prima di consumarlo

web

Meloncello


ingredienti 500 gr di melone 400 ml di alcol 95° 600 g di zucchero semolato 100 ml di vodka 800 g di latte 500 ml di panna 1 limone 1 bustina vanillina
preparazione

1) tagliare a cubetti il melone e inseriscilo in un contenitore con tutto l'alcol il succo del limone e 100 g di zucchero lasciare macerare x 72 ore circa scuotendo leggermente una volta al giorno

2) trascorso il tempo versarlo nel boccale 8 sec vel 9

3) rimettere il composto in un contenitore con la buccia del limone e lasciar macerare al sole x 10 giorni

 4) trascorsi i 10 giorni versare nel boccale il latte e il restante zucchero la vanillina e la panna 3 min 100° vel 2 e metti da parte

5) togliere la buccia del limone nell'alcol e filtrare metterlo nel boccale 10 sec vel 5 poi 20 sec vel 9

6) una volta fredda aggiungere la crema di latte 10 sec vel 5 aggiungere la vodka 10 sec vel 3

 7) travasare nelle bottiglie e lasciar riposare in frigo x 10 giorni

8) trascorsi i 10 giorni filtrare di nuovo e riporre in frigo

web

Tortina diplomatica


INGREDIENTI Crema 500 ml di latte buccia di limone 100 g di zucchero 70 g di farina 2 uova 1 Confezione di sfoglia per millefoglie Biscotti tipo Savoiardi (circa 22) Liquore “Alchermes” e Acqua per inzuppare Zucchero a velo
Assamblaggio fate la crema e mettere a raffreddare coperta con pellicola a contatto per evitare che si formi la patina sopra .... Dopo prendere la sfoglia di millefoglie posizionatela in un piatto da torta e versate uno strato di crema poi i savoiardi imbevuti con acqua e alchermes altro strato crema poi sfoglia di millefoglie ... io ho fatto 2 strati con tutte e 3 sfogliette di millefoglie spolverare con abbondante zucchero a velo

Pane di avena: nutriente, adatto alla dieta, gustoso e facile da preparare

E’ una ricetta molto nutriente, consigliata per la colazione e davvero molto gustosa: il pane di avena è tanto semplice da realizzare quanto gradevole al palato. L’avena offre numerosissimi benefici per la nostra salute, non tutti conosciuti.
Contiene vitamine E, B6 e B5, e minerali come selenio, rame, manganese e ferro. Ci aiuta a perdere peso, dà energia, disintossica l’organismo e stimola il fegato, essendo ricca di amminoacidi essenziali. E non finisce qui, l’avena è ricca di fibra, che favorisce la digestione, combatte la stitichezza e regola gli zuccheri nel sangue.

Ingredienti del pane di avena: 375 grammi di farina integrale, 50 grammi di fiocchi d’avena, 25 grammi di burro, 75 grammi di miele, 10 grammi di sale, lievito e 250 ml d’acqua.
Ricalda 175 ml d’acqua, fino a portarla ad ebollizione. Ritirarla dal fornello e aggiungere i fiocchi d’avena, il miele, il burro e il sale. Mescoliamo bene fino a far sciogliere gli ingredienti.

Aggiungiamo l’acqua restante e continuiamo a mescolare, poi aggiungiamo poco a poco la farina mescolata al lievito in polvere. Bisogna ottenere un composto omogeneo e abbastanza denso, tanto da poter essere impastato per 5 minuti almeno.

 Versare il risultato in un recipiente unto con dell’olio d’oliva, copriamo con una pellicola trasparente e lasciamo riposare per circa 2 ore in frigo.

 Trascorso questo tempo, continuiamo ad impastare con le mani, copriamo il tutto con un panno umido e attendiamo altre 2 ore, questa volta a temperatura ambiente.

 Inforniamo a 200 gradi per circa 45 minuti, poi altri 15 minuti a 150 gradi.

fonte

sabato 16 settembre 2017

Inforna e mangia 6 spicchi d’aglio, e guarda cosa succede al tuo organismo

L’aglio è un alimento molto utilizzato nel trattamento di varie patologie sin dall’alba dei tempi. Grazie alla medicina moderna e alle ricerche effettuate, sono state scoperte e dimostrate numerosissime altre proprietà ed usi.
Oltre alla medicina naturale, l’aglio viene utilizzato per sgonfiare la pancia, grazie alle sue incredibili proprietà in tal senso.
Quando consumiamo aglio, i suoi benefici sono così potenti che il nostro organismo reazioni ad essi già entro 24 ore.

Cosa succede al nostro corpo quando consumiamo l’aglio al forno?

Prima ora: L’aglio viene digerito dallo stomaco e convertito in nutrienti per il corpo.

Seconda-quarta ora: Il corpo comincia a percepire gli antiossidanti forniti dall’aglio, che aiutano a combattere i radicali liberi e lottare contro la formazione di cellule tumorali.

Quarta-sesta ora: Il metabolismo del corpo comincia a percepire tutti i benefici dell’aglio, regolando tutti i livelli ed attivando il processo di eliminazione dell’eccesso di liquidi, bruciando i grassi in eccesso.

 Sesta-settima ora: Le proprietà antibatteriche dell’aglio, dopo aver percorso il flusso sanguigno, cominciano ad esercitare la loro funzione contro i batteri dell’organismo.

Sesta-decima ora: Tutte le sostanze nutritive dell’aglio hanno svolto il loro ruolo a livello cellulare, proteggendoci contro l’ossidazione.
Prima-ventiquattresima ora: Dopo essere stato digerito, l’aglio comincia il suo processo di depurazione profonda: regola i livelli di colesterolo, pulisce le arterie e protegge il corpo dai problemi cardiaci, riduce la pressione sanguigna, migliora l’ipertensione, aumenta le difese naturali, aiuta a migliorare la salute delle ossa e migliora le capacità atletiche.

Come si prepara l’aglio al forno?

 Metti un bulbo d’aglio (quindi un gruppo intero di spicchi) nel forno, fino a farli “ammorbidire”. Rimuovi dal forno, fai raffreddare e consuma solo 6 spicchi d’aglio.

 Il giorno in cui decidi effettuare questa cura, ricorda di consumare molta acqua e alimenti leggeri, quali vegetali e proteine facili da digerire. Elimina gli zuccheri raffinati o cibi processati.


fonte


Come preparare le polpette di lenticchie

Le polpette di lenticchie sono una ricetta leggerissima e gustosa. E’ ottima sia come antipasto che come secondo piatto, oltre ad essere semplice e veloce da realizzare. Di seguito ti spieghiamo come preparare le polpette di lenticchie.
Dall’alto valore nutrizionale, e con un basso apporto di calorie, questo legume è uno dei migliori super-alimenti per proteggere la nostra salute. Ci aiutano a perdere peso, proteggono il cuore, abbassano il colesterolo, migliorano la digestione e danno energia. Di seguito la ricetta.

Ingredienti per 4 persone: 200 grammi di lenticchie già lessate, 1 spicchio d’aglio, 1 scalogno, 1 patata lessa, sale, pepe, pangrattato e olio d’oliva.
Versa le lenticchie, l’aglio e lo scalogno tritati in un mixer da cucina, e frulla tutto fino ad ottenere un risultato omogeneo e compatto. Schiaccia quindi la patata, e aggiungila alle lenticchie.

 Aggiungi il sale e il pepe, mescolando bene e lasciando riposare in frigo per circa 30 minuti.

Nel frattempo, in un recipiente metti il pangrattato e qualche seme di sesamo. Forma delle palline con il composto di lenticchie, e poi falle rotolare nel pangrattato.

Inforna a 170 gradi per circa 20 minuti per ottenere le gustose polpette di lenticchia.

fonte

Hamburger di Lenticchie: gustosi, facili da preparare e a bassissimo contenuto calorico

Le lenticchie sono legumi molto apprezzati in cucina, sopratutto grazie al loro sapore molto gradevole e alla loro versatilità. Di seguito ti presentiamo una ricetta gustosa, originale e molto semplice da preparare: gli hamburger di lenticchie.
Questi hamburger hanno un bassissimo contenuto di grassi e un alto contenuto di proteine, e contengono ottime quantità di ferro, fibra e vitamina C. Di seguito trovi gli ingredienti e la ricetta degli hamburger di lenticchie.

Hai bisogno di: 200 grammi di lenticchie crude, 5 spicchi d’aglio, 1 cipolla, olio d’oliva, sale e pepe nero.

Metti le lenticchie ammollo in acqua per 4 ore, trascorse le quali vanno filtrate e lavate bene. Versa le lenticchie in un frullatore, e frulla fino ad ottenere un composto omogeneo.
Taglia finemente aglio e cipolla, aggiungendole al composto. Aggiungi anche il sale, il pepe nero e 1 cucchiaio di olio d’oliva, poi mescola bene.

 Fai riposare il composto per qualche minuto, poi crea la forma degli hamburger con le mani. Se la consistenza non ci convince, possiamo usare un po’ di pane grattugiato. Gli hamburger si possono cuocere in una padella (con un filo d’olio) o al forno.

fonte